When you install WPML and add languages, you will find the flags here to change site language.

#Vino Per i Millennials è cultura e lifestyle

vini-millennials

Secondo gli ultimi dati diffusi dal Wine Market Council, i Millennials, giovani nati tra il 1983 e il 2001, hanno sorpassato i genitori nel consumo di vino e spendono addirittura di più sviluppando una cultura enoica molto più approfondita delle categorie più mature.

A guidare questa nuova rivoluzione poi è il target femminile: tra i Millennials, sono infatti le donne a spendere di più degli uomini, dimostrando quindi di sviluppare un’attitudine e una sensibilità al vino già in giovane età.

Anche i dati di Vénte Privée, l’azienda francese che si occupa di vendite online organizzate con la formula della “vendita-evento” (accessibili ai soli iscritti al sito, di prodotti di marca a prezzi scontati), confermano questa tendenza: nel 2016 in Italia il 32% delle clienti donne per il vino e il 25% dei clienti uomini è composto da Millennials.

Percentuali importanti che crescono in maniera esponenziale in Europa, dove il 46% delle donne e il 54% degli uomini clienti del settore ha tra i 18 e i 33 anni, registrando una crescita del 12% rispetto al 2014 per le donne e del 13% per gli uomini. Dati che dimostrano come ormai questa tendenza abbia radici non solo italiane ma ben più profonde, in Europa fino a confini oceanici.

Secondo il Wine Market Council infatti, nel 2015 i Millennials hanno acquistato più vino rispetto alle altre categorie.

Negli ultimi anni il vino è passato da bevanda di consumo a prodotto di Lifestyle.

Con l’arrivo dei Millennials però questa accezione si è evoluta e, oggi, il vino è diventato anche sinonimo di cultura: i Millennials sono infatti cresciuti con il vino a tavola, sviluppando una sensibilità ancora più mirata per gli accostamenti col cibo e per la storia di ciascuna bottiglia.
Riuscire a decifrare la generazione dei Millennials equivale a comprendere a pieno la loro relazione con il vino. Per nulla imbarazzati nell’ammettere di capirne poco, questo comunque non frena la loro curiosità e voglia di sperimentare: un aspetto che si traduce nel pieno affidamento ai canali social e influencer del settore, per ottenere consigli e dritte sulla degustazione ottimale e sull’acquisto più giusto.

La scorsa settimana su Vénte Privée sono proposti in esclusiva online le etichette di ISWA – Italian Signature Wines Academy: Allegrini, Arnaldo Caprai, Feudi di San Gregorio, Fontanafredda, Frescobaldi, Planeta e Villa Sandi. Una vendita-evento online dedicata alle eccellenze di vino in Italia in cui poter ritrovare la qualità e la varietà delle case vinicole italiane tra le più apprezzate in Italia e all’estero.

0