When you install WPML and add languages, you will find the flags here to change site language.

CS | Asti capitale dei vini e dei prodotti biologici con le eccellenze di Vinissage

Asti capitale dei vini e dei prodotti biologici con le eccellenze di Vinissage
****
Molti visitatori e tante soddisfazioni per l’ottava edizione di Vinissage, evento dedicato a vino e prodotti biologici e biodinamici.

*****

Si è chiusa con grande soddisfazione l’ottava edizione di Vinissage, mercato dei vini biologici e biodinamici, organizzata dal Comune di Asti in collaborazione con l’Associazione Officina Enoica, in programma dal 24 al 26 maggio a Palazzo dell’Enofila Asti.

Oltre ottanta produttori di vino con quasi quattrocento etichette in degustazione, provenienti dalle migliori regioni vinicole italiane: Piemonte, Veneto, Sicilia, Toscana, Puglia, Trentino Alto Adige, Valle d’Aosta. Barolo, Barbaresco, Amarone, Nero d’Avola, Prosecco, Brunello di Montalcino e molti bianchi e spumanti metodo classico, hanno costituito il ricco panorama della produzione enologica biologica e biodinamica presentato direttamente dai produttori presenti.

Con questi numeri Vinissage ha dimostrato ancor più di essere il teatro ideale per la promozione del vino bio e ha reso, a tutti gli effetti, Asti capitale del vino naturale.

Oltre ai vini, Vinissage, come ogni anno, ha ospitato produttori ed artigiani di altri prodotti gastronomici: pane, salumi, formaggi, olio, dolci, conserve, confetture, derivati alimentari della canapa, provenienti da agricoltura biologica e biodinamica.

Soddisfatti i visitatori che hanno potuto scoprire e conoscere direttamente prodotti e produttori.
Per raggiungere Asti, molti visitatori hanno usufruito della convenzione con la SFM (Servizio Ferroviario Metrolitano) e del servizio di navetta gratuito (oltre dieci pullman tutti prenotati) che ha collegato diverse città piemontesi: Torino, Moncalieri, Saluzzo, Alba, Bra e molte altre.

Soddisfatti anche gli espositori, sia per la nuova location, Palazzo dell’Enofila, che si conferma spazio ideale per eventi di nicchia dedicati a segmenti specifici della filiera produttiva, sia per il pubblico variegato; non solo curiosi ed appassionati ma anche studenti di enologia ed agraria, arrivati con due pullman da Milano, docenti dell’Università di Pollenzo, ricercatori di alcuni Centri di Ricerca per l’Enologia, tra i quali quello di Asti.

Grande curiosità e sala colma per “L’Italia in verticale”, degustazione verticale che ha visto confrontarsi vini siciliani e vini piemontesi; le Cantine Barbera di Menfi (AG) hanno proposto una verticale di quattro annate del loro Inzolia, mentre Cascina Bandiera (AL) ha proposto quattro annate del San Sebastiano, vino bianco fermo.

Per i visitatori di Vinissage non è mancata l’esperienza di conoscere la città di Asti e le sue peculiarità, grazie alle diverse iniziative collaterali.

In centro città, nelle giornate di sabato e domenica, i visitatori hanno potuto partecipare a “Wine street”, organizzato dall’Associazione CreATive e, i più sportivi, alle passeggiate di Nordic Walking.
Si è dimostrata, quindi, vincente e valorizzante la scelta dell’amministrazione di organizzare, in contemporanea a Vinissage, diversi eventi che hanno coinvolto l’intera città e permesso di scoprirne il centro storico.

A fare sintesi rispetto all’ottava edizione di Vinissage è infine Andrea Cerrato, assessore Agricoltura, Turismo, Sviluppo economico del comune di Asti, da sempre convinto sostenitore della manifestazione che si conferma essere tra le più rilevanti in Italia nel suo genere. “Sono naturalmente molto soddisfatto: i commenti più che positivi sia degli espositori sia dei frequentatori di Vinissage confermano la validità dell’evento, che rende protagonisti i partecipanti, e la qualità organizzativa. Aggiungo che un evento come Vinissage porta vantaggi tangibili anche a parte delle rete di accoglienza; infatti sempre più persone arrivano da altre regioni anche alla scoperta del nostro territorio.

Il consenso riscontrato anche quest’anno ci dimostra l’esistenza di un pubblico sempre più attento ed interessato al prodotto bio; un risultato che non può che renderci orgogliosi e ci offre nuova linfa per la preparazione della prossima edizione”. Con queste parole Cerrato anticipa l’accordo siglato con Ignazio Garau, direttore dell’Associazione “Città del bio”, per l’organizzazione di un’edizione straordinaria di Vinissage in occasione proprio di Expo2015.

Vinissage sul web
Su Facebook https://www.facebook.com/vinissage
Su Twitter @VinissageAsti https://twitter.com/vinissageasti
http://www.comune.asti.it/pagina901_vinissage.html

Foto gallery