CS | A Vinissage gli artigiani del vino critico: 80 aziende, oltre 300 vini in degustazione.

A Vinissage gli artigiani del vino critico: 80 aziende, oltre 300 vini in degustazione.

****

Dal 24 al 26 Maggio con Vinissage Asti diventa la capitale del vino biologico e biodinamico.

Le storiche cantine di Palazzo Gazelli di Rosanna, nel cuore di Asti, saranno il palcoscenico di Vinissage, mercato dei vini biologici e biodinamici, in programma dal 24 al 26 Maggio.

L’evento, interamente dedicato ai vini provenienti da viticultura consapevole, offrirà ad operatori del settore, giornalisti e consumatori una full immersion in questo panorama enologico.
Con le oltre 80 aziende  e 300 etichette in degustazione Vinissage si conferma anche quest’anno un appuntamento imperdibile per operatori ed appassionati.

Una nuova formula e una nuova prestigiosa sede e la volontà di Asti di essere città del vino a tutti gli effetti; nell’ambito della tradizione enologica e storico-culturale del Monferrato, le Cantine di Palazzo Gazelli di Rosanna costituiscono un elemento imprescindibile di identificazione della città e del suo territorio.

La manifestazione, giunta alla sua settima edizione, è organizzata anche quest’anno dal Comune di Asti in collaborazione con l’Associazione Officina Enoica.

Durante Vinissage sarà possibile assaggiare ed acquistare vini di aziende provenienti dalle migliori zone viticole italiane, ma soprattutto sarà possibile ascoltare i racconti dei vignaioli, dialogare e confrontarsi con loro per capire perché così tenacemente si fanno promotori di vini che sono un tutt’uno sia con le loro scelte di vita sia con la loro terra.
Conoscendoli più da vicino ci si potrà rendere conto che il loro non è un semplice lavoro, è un modus vivendi, per vivere in simbiosi con la Natura e condividere il ciclo annuale della vite, assaporando l’alternarsi delle stagioni. Perché il vino è fatto di “uva e tempo”.

Un incontro con vignaioli, custodi attenti e attivi e poeti della terra, artigiani del vino che trasformano le uve in vino.

E’ l’artigianalità, comune a tutti i produttori che trasformano la materia preservando l’equilibrio e il benessere dell’ecosistema, che permette di cogliere le ricchezze che il territorio ci regala nel rispetto del processo “magico” che trasforma  l’uva in vino.

Perché il vino è un gioco di sensi, un’emozione forte e poi… un ricordo.

Asti e Vinissage – sottolinea Andrea Cerrato, Assessore al Turismo del Comune di Asti – hanno scelto di condividere e promuovere  l’esperienza di questi produttori che hanno fatto propria una filosofia che si ispira alla valorizzazione della cultura del territorio, alla difesa dell’ambiente e dei vitigni autoctoni. Vinissage vuole crescere, rinnovare la formula, e proporsi non solo come una mostra mercato ma come un appuntamento per il turista gourmet. Abbiamo due anni di tempo per crescere e preparare la grande edizione del 2015, in occasione dell’Expo di Milano“.

Con grande soddisfazione degli organizzatori, le adesioni a Vinissage 2013 si sono consolidate: al fianco di storiche presenze vedremo promettenti scommesse del mondo del vino.
Saranno oltre ottanta le aziende (con oltre 300 etichette) che parteciperanno a questa ottava edizione, provenienti da molte regioni italiane: Piemonte, Veneto, Friuli Venezia Giulia, Trentino Alto Adige, Lombardia, Liguria, Emilia Romagna, Toscana, Marche, Campania, Sicilia.

Quando

  • Venerdì 24 maggio, dalle h 17 alle h 20 (presentazione del progetto “Sughero etico” di Libera Piemonte, Amorim cork e vignaioli piemontesi e anteprima di vendita e degustazioni);
  • Sabato 25 Maggio, dalle h 15.30 alle h 23;
  • Domenica 26 Maggio, dalle h 10.30 alle 19;

Venerdì ingresso libero; sabato e domenica € 5,00 inclusa tasca e bicchiere

Dove
Ad Asti, nelle Cantine di Palazzo Gazelli di Rosanna.
Palazzo Gazelli di Rossana, affascinante complesso di origine medievale in via Quintino Sella 46 (GPS lat 44,898 long 8,201).
Il complesso si compone del palazzo ristrutturato a metà del ‘700 su disegno di Benedetto Alfieri (inglobante la torre) e del palazzo attiguo, di origine medioevale, comprendente, nei cortili, le pertinenze rustiche, i cortili e le cantine.
Nelle ampie cantine (circa 2.000 mq) del palazzo verranno allestite le isole di degustazione.
Le cantine, nella quali è possibile riconoscere la tessitura muraria del periodo romano, medievale, barocco e ottocentesco costituiscono, nell’ambito della tradizione enologica e storico-culturale del Monferrato, un elemento imprescindibile di identificazione della città e del suo territorio, un tassello importantissimo e strategico per la lettura dei paesaggi candidati al riconoscimento UNESCO.
Nei due ampi cortili interni si affacciano le pertinenze rustiche quali stalla, granaio, magazzini, rimesse e ampi spazi per la vinificazione.

Officina Enoica
Con sede a Milano, l’Associazione  Officina Enoica promuove la vitivinicoltura attraverso l’impegno reciproco di produttore e consumatore, al fine di sviluppare e rafforzare le piccole economie locali mediante un sistema di produzione che coinvolga attivamente il consumatore. Agevola lo scambio di informazioni, idee, esperienze tra  produttori e consumatori critici che propongano modelli alternativi di mercato,  di economia, di vita e di consumo sempre più essenziali ed equilibrati, improntati alla sobrietà e alla consapevolezza delle scelte

Questo 2013 ha visto nascere il progetto editoriale “Vino Critico”, curato dagli attenti editori di Altreconomia. Una guida che rappresenta una “summa” di piccoli vignaioli artigianali che hanno fatto del lavoro in vigna e in cantina la loro ragione di vita.
Questa guida sarà presentata sabato 25 a Vinissage,  accompagnata dai vini e i racconti dei vignaioli.

Per approfondire

Vinissage 2013
Comune di Asti
I Vignaioli di Vinissage